[Heavy/Power Metal] Domine – Ancient Spirit Rising (2007)

 /5
The Messenger – Tempest Calling – The Lady Of Shalott – Stand Alone (After The Fall) – Ancient Spirit Rising – On The Wings Of The Firebird – Another Time, Another Place, Another Space – Sky Rider – How the Mighty Have Fallen http://www.dominetruemetal.com/http://www.dragonheartrecords.com/ Davvero un bel ritorno sulle scene per i Domine, formazione toscana


The Messenger – Tempest Calling – The Lady Of Shalott – Stand Alone (After The Fall) – Ancient Spirit Rising – On The Wings Of The Firebird – Another Time, Another Place, Another Space – Sky Rider – How the Mighty Have Fallen

http://www.dominetruemetal.com/
http://www.dragonheartrecords.com/

Davvero un bel ritorno sulle scene per i Domine, formazione toscana dedita da sempre a un epic/power coinvolgente e d’impatto. In questo disco la band composta dai fratelli Paoli, dal bravissimo Morby e dalla sessione ritmica Iacono/Bonini, ha inserito nel proprio sound quelle influenze hard rock settantiane che da sempre affascinano il combo, riuscendo nell’intento di variare, seppur parzialmente, la propria proposta senza snaturare le coordinate che li caratterizzano. Oramai una realtà affermata non solo nel panorama italiano, i Domine dimostrano di essere oramai diventati una band capace di esaltarsi ed esaltare, proponendo lunghe suite evocative, senza dover continuamente ricorrere alle sfuriate in doppia cassa che li hanno già consacrati in lavori del calibro di “Dragonlord” del 1999. L’album contiene episodi veloci e coinvolgenti come “Tempest Calling” e “Stand Alone”, ma anche momenti più riflessivi e cadenzati come “The lady Of Shalott” e la conclusiva, ottima, “How The Mighty Have Fallen”.
Un album per tutti gli appassionati di heavy, anche per quelli che credono che il power sia solo elicotteri e gridolini: la band italiana ha confezionato il disco più vario della propria carriera, confermando la qualità e l’importanza raggiunta nel corso degli anni, con un prodotto che è sicuramente un punto d’arrivo per questi ragazzi. Che il futuro sia sempre più positivo per i cinque, tra i principali protagonisti di una scena italiana che cresce anno dopo anno.

P.N.

Condividi.