[Industrial Metal] Rammstein – Liebe Ist Fur…

/5
Molti avevano parlato di mancanza d’ispirazione, di ricorso al video shock per coprire una carenza d’idee oramai conclamata all’uscita del singolo “Pussy”. Ognuno si tenga pure le proprie convinzioni, ciò che resta al termine del nuovo “L’amore c’è per tutti” dei Rammstein è una sensazione molto positiva. [Industrial Metal] Rammstein – Liebe Ist Fur Alle

Molti avevano parlato di mancanza d’ispirazione, di ricorso al video shock per coprire una carenza d’idee oramai conclamata all’uscita del singolo “Pussy”. Ognuno si tenga pure le proprie convinzioni, ciò che resta al termine del nuovo “L’amore c’è per tutti” dei Rammstein è una sensazione molto positiva.

[Industrial Metal] Rammstein – Liebe Ist Fur Alle Da (2009)

Rammlied – Ich Tu Dir Weh – Waidmann’s Heil – Haifisch – B****** – Fruehling In Paris – Weiner Blut – Pussy – Liebe Ist Fur Alle Da – Mehr – Roter Sand

http://www.rammstein.de/blog/
http://www.universalmusic.it/pop/

Sin dall’opener e dalla successiva “Ich Tu Dir Weh” ritroviamo una band convinta e aggressiva, che riporta in qualche modo sugli scudi le strutture degli esordi (riff ossessivi e brani con strutture imponenti ed epiche) attualizzandole al 2009. La schizzata “Waidmann’s Heil” farà morti e feriti dal vivo mentre “Haifisch” è più fruibile e accessibile. “Bückstabü” invece è una mazzata tremenda, opprimente, lenta e cadenzata, uno dei pezzi che maggiormente faranno saltare il cuore dei nostalgici ancorati a “Sehnsucht.

Andata la prima metà di disco si calmano i giri con “Fruehling In Paris”, pseudo-ballad malinconica non certo indimenticabile, per poi tornare verso l’alto con “Weiner Blut”, pezzo in cui Till Lindemann conferma di essere decisamente in palla vocalmente parlando, convincendo nei registri utilizzati. “Pussy” la conoscete tutti quindi passiamo oltre; la titletrack successiva è abbastanza veloce ma purtroppo anche anonima. “Mehr” è l’ultimo acuto prima di “Roter Sand”, ballad conclusiva che fa calare il sipario su un rientro positivo con una prima parte di cd di ottima fattura. Aspettiamoli ora su un palco, luogo in cui i crucchi si esaltano e offrono sempre perfomance di altissimo livello.

Paolo Sisa

Condividi.