[Melodic Death Metal] Dark Lunacy – The Diarist (2006)

 /5
   Aurora – Play Dead – Pulkovo Meridian – The Diarist – Snowdrifts – Now Is Forever – On Memory's White Sleigh – Heart Of Leningrad – Prospekt – Motherland – The Farewell Song  http://www.darklunacy.com/ http://www.self.it Un ritorno in grande spolvero per i parmensi Dark Lunacy, se i primi due album avevano contribuito a far

  

Aurora – Play Dead – Pulkovo Meridian – The Diarist – Snowdrifts – Now Is Forever – On Memory's White Sleigh – Heart Of Leningrad – Prospekt – Motherland – The Farewell Song 

http://www.darklunacy.com/
http://www.self.it

Un ritorno in grande spolvero per i parmensi Dark Lunacy, se i primi due album avevano contribuito a far conoscere il loro particolare sound di matrice death metal di stampo svedese infarcito da orchestrazioni di gusto tipicamente est europeo, quest'ultimo lavoro rappresenta la loro definitiva consacrazione, facendoli entrare a far parte dei migliori gruppi italiani attualmente in circolazione. L'album tratta il tema complesso e affascinante del lungo assedio di Leningrado ad opera dell'esercito tedesco durante la seconda guerra mondiale e in particolare il dramma umano visto e raccontato dalla figura del diarista. Un disco estremamente emozionale ed emozionante, dove ad emergere sono i sentimenti e le paure di chi vive in una dimensione in cui ogni giorno potrebbe essere l'ultimo. Riusciamo quasi a scorgere questa figura, china al lume di candela, una radio accesa in sottofondo, mentre trascrive i propri pensieri, consapevole del destino che l'aspetta.
Un'eccellente prova da parte di tutta la band, merita però una menzione particolare Mike con la sua voce graffiante, messa anche alla prova con un brano in russo, “On memory's white sleigh”, e l'ottimo lavoro di produzione, che grazie a spezzoni di discorsi d'epoca e di brani popolari, riesce a rendere il tutto ancora più coinvolgente.
L.N.
Condividi.