[Melodic/Prog Metal] Killing Touch – One Of…

/5
  [Melodic/Progressive Metal] Killing Touch – One Of A Kind (2009) The Touch – Black Ice – Wheel Of Fortune – Mimicking Death – The Danger Zone – One Of A Kind –  Tommy’s Cane – Still Walking – Walls Of Sympathy – Falling Away – Justify – Thy Will Be Done http://www.killingtouch.com/http://www.scarletrecords.it/ Ed è

 

[Melodic/Progressive Metal] Killing Touch – One Of A Kind (2009)

The Touch – Black Ice – Wheel Of Fortune – Mimicking Death – The Danger Zone – One Of A Kind –  Tommy’s Cane – Still Walking – Walls Of Sympathy – Falling Away – Justify – Thy Will Be Done

http://www.killingtouch.com/
http://www.scarletrecords.it/

Ed è finalmente arrivato il nuovo disco dei Killing Touch: dopo tanti discorsi, speculazioni e proclami la parola passa alla musica. Michele Luppi ha scelto due artisti di fiducia (Michele Vioni e Giorgio Terenziani, compagni di scorribande nella cover band Mr.Pig), ha trovato due giovani emergenti con voglia di fare e di imparare (Paolo Caridi e Davide Montorsi), ha prodotto il cd ‘in casa’ e ora è pronto per portare la band sul palco. Già perché al termine di “One Of A Kind” l’unica curiosità principale che rimane all’ascoltatore è sentire dal vivo le canzoni dell’album. Tutti gli altri dubbi, perplessità, domande e attese che hanno circondato questo progetto vengono spazzate via dalla release in questione in una settantina di minuti.

Un lavoro curatissimo, coraggioso, vario e da assimilare con pazienza, magari anche eccessivo a un primo impatto ma molto appagante in seguito. Heavy classico, venature AOR, melodie di classe, escursioni progressive e un pathos di fondo che non viene mai a mancare. Un concept da scoprire booklet alla mano, un sound corposo che evidenzia gli strumenti, che mette in primo piano la musica e pone al servizio della stessa le abilità tecniche dei componenti del gruppo. Concludiamo segnalando i featuring (Oleg Smirnoff, Andrea Torricini, Federico Puleri) e un pezzo strumentale di solo pianoforte che sorprenderà piacevolmente anche i puristi.
Qualità oltre i livelli di guardia, acquisto obbligatorio per appassionati di power/progressive metal e più in generale per chi mastica hard rock senza tante generalizzazioni. Centro perfetto.

Condividi.