[Metal] Fratello Metallo – Misteri (2008)

/5
  Volete metallo?! – Venere – Fiducia – Vita – Uomo – Bacco – Tabacco – Dio – Amore metallico – Maria Maiestatis – Misteri http://www.fratecesare.com/http://www.self.it/ Avevo incontrato per caso Padre Cesare Bonizzi, alias Fratello Metallo, oltre dieci anni fa in Università. Il frate cappuccino era già considerato un pazzo, rivoluzionario, fuori dal mondo (episcopale).

 

Volete metallo?! – Venere – Fiducia – Vita – Uomo – Bacco – Tabacco – Dio – Amore metallico – Maria Maiestatis – Misteri

http://www.fratecesare.com/
http://www.self.it/

Avevo incontrato per caso Padre Cesare Bonizzi, alias Fratello Metallo, oltre dieci anni fa in Università. Il frate cappuccino era già considerato un pazzo, rivoluzionario, fuori dal mondo (episcopale). Soprattutto per un ambiente come la Cattolica di Milano. In quei tempi portò all’ascolto del gruppo politico che frequentavo (non certo negli stilemi dell’Ateneo) una cassetta con le sue canzoni su basi hard rock.

Dopo averlo perso di vista eccolo tornare più carico che mai nel 2008, sfondare l’interplay, fare il giro dei media, diventando un “personaggio” con i suoi minuti di notorietà di cui parlava Andy Warhol.
Tutti a stupirsi. Ma questa è l’Italia, baby. In realtà Brachino, Fede, Lucignolo e tutti i benpensanti di destra e sinistra pensano che la musica dura (dal metal all’hardcore) sia lo specchio del “male”. Ma oltre a tematiche macabre, fantasy o violente il rock in tutte le sue forme abbraccia nei testi filosofie diverse e anche diversi tipi di religione da oltre mezzo secolo. Mentre il gruppo pesta duro. Sparo qua e là nel mucchio: il christian rock, il nuovo emo americano, ma anche l’hardcore krishna o quello vegan.

Si può dire con certezza che Fratello Metallo non è un prodotto preconfezionato. E’ tutto vero, sincero, spontaneo e autentico (caratteristiche quasi scomparse nella musica d’oggi). Barba bianca, saio d’ordinanza, con una passione autentica per il metallo e l’heavy melodico (che lui chiama “metrock”). Quando alza le mani al cielo fa le corna. Quel gesto è un simbolo d’amore, come dice lui. Le tre dita sollevate stanno per le parole: I love you.

Le undici canzoni contenute nel disco “Misteri” parlano di fede, amore, dialogo con Dio, toccando tematiche concrete e quotidiane. Il progetto tende ad assomigliare, translato, ad uno spoken word con accompagnamento musicale. Infatti le canzoni sono sermoni didattici. Ma per quanto semplici (cosa positiva), risultano a lungo andare un po’ noiosi, dato che il ruolo musicale di sostenimento è a tratti un po’ piatto e manca di incisività.

Luca Freddi

Condividi.