[Metal] Warrel Dane – Praises To The War Machine (2008)

 /5
When We Pray – Messenger – Obey – Lucretia My Reflection – Let You Down – August – Your Chosen Misery – The Day The Rats Went To War – Brother – Patterns – This Old Man – Equilibrium http://www.warreldane.com/http://www.centurymedia.com/ Ci poteva essere più di un motivo per aspettare con una discreta ansia il disco


When We Pray – Messenger – Obey – Lucretia My Reflection – Let You Down – August – Your Chosen Misery – The Day The Rats Went To War – Brother – Patterns – This Old Man – Equilibrium

http://www.warreldane.com/
http://www.centurymedia.com/

Ci poteva essere più di un motivo per aspettare con una discreta ansia il disco solista dell’ugola dei Nevermore. Dopo aver fatto centro con i ‘Mai Più’ di “This Godless Endeavour”, Dane avrebbe potuto sfruttare a fondo la sua passione per il dark rock, puntare maggiormente su atmosfere plumbee ed emozionali, anziché giocare più sul sicuro proponendo una versione un po’ meno tirata della band madre con pochissime altre concessioni sul tema.

Avrete già capito che è successo quanto alla riga sopra, basti ascoltare i primi tre pezzi di “Praises To The War Machine”, che aggiungono davvero poco a quanto già sentito in passato con un altro monicker. Non ci frega nulla delle ospitate, c’interessa invece sottolineare che quando Dane coverizza i Sisters Of Mercy o Paul Simon il risultato è gradevole, lo è ancora di più su “Brother” o “This Old Man” quando appunto il cielo s’ingrigisce e la vena emotiva di Warrel emerge prepotente.
Occasione sprecata.

P.N.

Condividi.