[Metalcore] Periphery – Periphery (2010)

3.5/5
  Debut album omonimo per i Periphery, band metalcore del Maryland. Ci troviamo di fronte ad un gruppo che potrà fare strada, se rispetterà e/o migliorerà lo standard che ha delineato in questo primo lavoro, composto da 12 pezzi. Tecnicamente molto validi, il loro sound ricorda vagamente i Meshuggah, come in “Totla mad”, ma non

 

Debut album omonimo per i Periphery, band metalcore del Maryland.

Ci troviamo di fronte ad un gruppo che potrà fare strada, se rispetterà e/o migliorerà lo standard che ha delineato in questo primo lavoro, composto da 12 pezzi. Tecnicamente molto validi, il loro sound ricorda vagamente i Meshuggah, come in “Totla mad”, ma non disdegnano nemmeno arrangiamenti più melodici, come avviene nel singolo “Icarus Lives” e anche in “Jetpack was yes!”. L’unico difetto, se di difetto si può parlare, è che “Periphery” è lungi dall’essere un disco immediato, al contrario avrà bisogno di essere assimilato poco per volta. Probabilmente questo iniziale disorientamento è dato dal fatto che il cantante Spencer Sotelo è entrato nel gruppo pochissimo tempo prima della pubblicazione del cd.

In ogni modo, il risultato è un disco di tutto rispetto e siamo sicuri che con il tempo Sotelo e i suoi compagni di gruppo riusciranno a creare un amalgama unico e di indubbia qualità. Con questi presupposti i Periphery sono da inserire nella schiera dei gruppi di cui in un domani non troppo lontano si sentirà parlare.

Claudia Falzone

Condividi.