[Nu/Industrial Metal] Static-X – Cult Of Static

/5
[Nu/Industrial Metal] Static-X – Cult Of Static (2009) Lunatic (ft. Dave Mustaine) – Z28 – Terminal – Hypure – Tera-Fied –  Stingwray – You Am I – Isolaytore – Nocturnally – Skinned – Grind 2 Halt http://www.static-x.com/http://www.warnerbrosrecords.com/ Da una band giunta al sesto (sesto!) platter ci si dovrebbe aspettare qualcosa, qualunque cosa, in fondo non

[Nu/Industrial Metal] Static-X – Cult Of Static (2009)

Lunatic (ft. Dave Mustaine) – Z28 – Terminal – Hypure – Tera-Fied –  Stingwray – You Am I – Isolaytore – Nocturnally – Skinned – Grind 2 Halt

http://www.static-x.com/
http://www.warnerbrosrecords.com/

Da una band giunta al sesto (sesto!) platter ci si dovrebbe aspettare qualcosa, qualunque cosa, in fondo non sarà arrivata così lontano per grazia divina, giusto? E invece, così come è stato per almeno un altro paio di album della loro carriera, “Cult Of Static” dimostra una pochezza di contenuti imbarazzante, risultando degno di attenzione solo per quei teenagers che si stanno approcciando al genere per la prima volta, e che sono alla ricerca di sonorità facili.
Brani banali, innesti elettronici che non fanno che rafforzare l’idea di vuoto a livello compositivo, riff perlopiù monocorda che perdurano ostinatamente per l’intera lunghezza dei pezzi, la voce strozzata del frontman Wayne Static che blatera nonsense.
Direi che può bastare come giudizio. Ma dovrebbe bastare anche agli Static-X: se hanno ancora qualche tipo di rispetto per il genere che vorrebbero rappresentare, un cambiamento di rotta è più che augurabile.

Gli Static-X sono la prova vivente che si può diventare discretamente famosi e seguiti (almeno negli States) pur non avendo una grande capacità compositiva o idee innovative, e in questo ci riescono benissimo. L’unica cosa, oltre alla sopraccitata, che porta a congratularci con Wayne è l’essersi sposato una pornostar (visibile anche nel video del singolo “Stingwray”, forse l’unico brano insieme a “Isolaytore” che non risulti scontato): evidentemente la capacità di massimizzare il nulla in ambito musicale è estendibile anche alla vita privata…

Nicolò Barovier

Condividi.