[Post Metal] Sikth – Death Of A Dead Day (2006)

 /5
Bland Street Bloom – Flogging The Horses – Way Beyond The Fond Old River – Summer Rain – In This Light – Sanguine Seas Of Bigotry – Mermaid Slur – When The Moment's Gone – Part Of The Friction – Where Do We Fall – Another Sinking Ship – As The Earth Spins http://www.sikth.com/http://bielerbros.com Prendete

Bland Street Bloom – Flogging The Horses – Way Beyond The Fond Old River – Summer Rain – In This Light – Sanguine Seas Of Bigotry – Mermaid Slur – When The Moment's Gone – Part Of The Friction – Where Do We Fall – Another Sinking Ship – As The Earth Spins

http://www.sikth.com/
http://bielerbros.com

Prendete il post core dei Dillinger Escape Plan, con i loro deliri iper tecnici, prendete anche il nu metal più melodico e commerciale, aggiungete una massiccia dose di isteria e avrete una mezza idea di come possa suonare questo "Death Of A Dead Day". Per chi già fosse avvezzo alla proposta dei Sikth, sappia che questo nuovo capitolo non sconvolge il sound creato nel debutto "The Trees Are Dead & Dried Out, Wait For Something Wild" ma si limita a migliorarlo, togliendo i tempi morti, limandone gli spigoli e giocando quanto più possibile con la contrapposizione tra il loro lato psicotico-schizofrenico e quello melodico, senza però perdere di vista il mondo (musicale) che li circonda (ad esempio il brano di apertura "Bland Street Bloom" è debitore della lezione dei Meshuggah).
I Sikth si confermano un gruppo di primissimo piano, con un secondo disco più che interessante. La proposta in sé non è però esente da difetti: tante (troppe?) note, strutture intricate e annodate su sé stesse e un andamento incalzante al limite del demenziale. Caratteristiche queste che non rendono sicuramente il disco di facile ascolto, nonostante i ritornelli melodici e di facile presa. Aggiungiamo che, nonostante le infinite sfaccettature del loro sound, la ricetta viene più o meno ripetuta per tutto il disco, quindi non aspettatevi, come nel debutto, episodi totalmente alieni dal contesto.

S.D.N.

Condividi.