[Power Metal] Gamma Ray – Hell Yeah!!! (DVD)

/5
Disc I [Live in Montréal 2006]: Welcome – Gardens Of The Sinner – No World Order – Man On A Mission – Fight – Blood Religion – Heavy Metal Universe – Dream Healer – Heart Of The Unicorn – Fairytale – The Silence – Beyond The Black Hole – Valley Of The Kings – Somewhere

Disc I [Live in Montréal 2006]: Welcome – Gardens Of The Sinner – No World Order – Man On A Mission – Fight – Blood Religion – Heavy Metal Universe – Dream Healer – Heart Of The Unicorn – Fairytale – The Silence – Beyond The Black Hole – Valley Of The Kings – Somewhere Out In Space – Land Of The Free – Rebellion In Dreamland – I Want Out – Send Me A Sign
Disc II (Bonus Features): History – Road Movie USA 2006 – Unplugged in Japan – Heavy Metal Universe – Space Eater – One With The World – Rebellion In Dreamland – Gamma Ray [Birth Control cover]– Eagle – Send Me A Sign – One With The World [Live at Wacken 2006] – Last Before The Storm [Live at Wacken 2006] – Rebellion In Dreamland [Live at Wacken 2006] – Heavy Metal Universe [Live at Wacken 2006] – Somewhere Out In Space [Live at Wacken 2006]

Sito ufficiale della band
Etichetta discografica

Ci siamo da poco occupati del doppio compact di “Hell Yeah!!!”; abbiamo parlato della sua essenzialità nella discografia dei Gamma Ray e di una produzione esemplare, una vera delizia per le orecchie tanto da riuscire a riportare in auge l’antico splendore di Rebellion In Dreamland e di Man On A Mission. Ora proviamo a chiudere il cerchio preoccupandoci, invece, dei nostri occhi: è finalmente giunto in redazione anche il doppio DVD; segno che la SPV Records unita a Kizmaiaz, con quella che definirei “promozione a tappeto”, sta investendo parecchio sui tedeschi.
C’è tutto: il Live integrale (e un po’ vecchiotto a dire il vero) di Montrèal duemilasei, una serie infinita di materiale bonus e, per i fan europei, anche un terzo disco che introduce l’ultimo tour in condivisione con gli Helloween… ma?

Ma c’è un errore clamoroso, grottesco, e vado subito al sodo: manca il formato sedici noni. Ebbene sì, anche il prodotto venduto in negozio (ho pensato bene di verificare per capire se non si trattasse di un limite della sola versione promozionale) ha come unico formato l’ormai obsoleto 4:3 e la diretta conseguenza, per chi è in possesso di uno schermo lcd, plasma o led di nuovissima generazione, è quella di trovarsi di fronte ad uno spettacolo avvilente: l’alta definizione all’interno di quattro enormi bande nere oppure gli evidentissimi pixel dovuti a uno zoom forzato. Inammissibile.

Ad essere onesti, nemmeno le riprese e le inquadrature sono all’altezza del nome scolpito sulla copertina, il taglio appare non abbastanza professionale e la regia è di quelle approssimative. Rallentamenti, sdoppiamenti ed “effetti molto poco speciali” che anche un principiante con l’ausilio di un software ordinario riuscirebbe a presentare così come sono, per non parlare degli stacchi (sia sul pubblico che sui componenti del gruppo) troppe volte imprecisi.
Si salvano il suono, con un home theater 5.1 le mura del vostro salone “canteranno”, e l’ennesima prestazione convincente di Kai Hansen & soci: non sbagliano una nota, non è un segreto.

Torno un attimo indietro con la mente e ripenso al doppio dvd dei Kamelot, ai due dvd dei Blackmore’s Night, a quello degli Heaven & Hell, a quello dei Saxon, al primo dei Rage… tutta merce di qualità targata SPV/Steamhammer e mi rincresce dover ammettere che i penalizzati, e prima o poi doveva accadere, sono proprio i Gamma Ray. D’accordo, all’epoca delle registrazioni il gruppo di Kai Hansen non aveva ancora sottoscritto un contratto con l’etichetta tedesca, ma devo commentare e giudicare quello che ci viene fornito oggi: un DVD scadente, un prodotto di basso profilo. Puntate tutto sul doppio cd audio, quello non delude affatto.

Gaetano Loffredo

Condividi.