[Punk Rock] Buzzcocks – 30 (2008)

 /5
You tear me up – Friends – Operator's manual – Isolation – Running free – Reconciliation – What ever happened to? – I don't mind – You say you don't love me – Moving away from the pulse beat – Strange thing – Love you more –  Soul on a rock – What do i


You tear me up – Friends – Operator's manual – Isolation – Running free – Reconciliation – What ever happened to? – I don't mind – You say you don't love me – Moving away from the pulse beat – Strange thing – Love you more –  Soul on a rock – What do i get? –  E.S.P. – Hollow inside – Why she's a girl from the chainstore – Speed of life – 369 – No reply – Totally from the heart – Time's up – Autonomy – Promises – Boredom –  Ever fallen in love (with someone you should't've)? – Harmony in my head –  Orgasm addict

www.buzzcocks.com
www.cookingvinyl.com

I Buzzcocks, tra divorzi e riunioni, festeggiano i trent'anni di attività e ripropongono su disco il concerto che ne ha celebrato l'evento, registrato al The Forum di Londra il 2 dicembre 2006.
La scaletta ripercorre un po' tutta la carriera dei punk rocker inglesi, con estratti dal primo EP “Spiral scratch” del 1976 fino all'ultimo lavoro “Flat-pack philosophy” uscito nel 2006. E' un prodotto destinato fondamentalmente a veri appassionati e/o nostalgici del gruppo, principalmente perché registrato in maniera decisamente lontana dai canoni attuali, non proprio a livello di bootleg, ma quasi.
E' comprensibile cercare di puntare su un discorso nostalgico che per qualche motivo deve portare a credere di essere ancora alla fine degli anni settanta, va altrettanto bene accordare in maniera approssimativa gli strumenti e fregarsene della tecnica, però tra un prodotto grezzo che sembra registrato direttamente dal line out del mixer su un quattro piste e un live ripassato in studio, beh, ce ne passa.
Solo per die-hard fan.

L.N.

Condividi.