[Punk Rock] Heideroosjes – Chapter Eight, The Golden State (2007)

 /5
What if… – My Funeral – Lekker Belangrijk – Homesick for a Place that Does not Exist – Buckle up! – I don’t wanna Wake Up – Ik zie je Later – All Your Govenment Does – Forgotten Continent – Ik ben niet Bang – Embrace & Destroy – Any Drug will do – Primeur!


What if… – My Funeral – Lekker Belangrijk – Homesick for a Place that Does not Exist – Buckle up! – I don’t wanna Wake Up – Ik zie je Later – All Your Govenment Does – Forgotten Continent – Ik ben niet Bang – Embrace & Destroy – Any Drug will do – Primeur! Terreur! – Cash is King – Shout Out for Freedom

http://www.heideroosjes.com
http://www.sonicrendezvous.com

Il tempo sembra essersi fermato alla fine del secolo scorso per gli olandesi Heideroosjes, direttamente dagli anni d’oro dell’ondata punk americana traghettati ai giorni nostri a portare avanti un discorso musicale con costanza ed ostinazione da quasi vent’anni ormai. Non è difficile trovare le loro influenze, i mostri sacri sono tutti lì in fila e non faticherete a riconoscerli, Green Day, Offspring, Bad Religion, NoFx ovviamente, con spruzzate di Millencolin e Pennywise come guarnizione; poi mescolate il tutto e registrate a Los Angeles con Cameron Webb (che ha collaborato tra gli altri con Motorhead, Sum41 e Social Distortion, per dirne alcuni) e potrete avere già una buona idea di come suoni il disco. Ottima produzione, canzoni piacevoli e varie, ritornelli accattivanti, piacerà sicuramente ai cultori del genere, anche se non c’è niente di veramente nuovo tra i solchi.

L.N.

Condividi.