[Swedish Metal] Mercenary – Architect Of Lies (2008)

 /5
New Desire – Bloodsong – Embrace The Nothing – This Black And Endless Never – Isolation (The Loneliness In December) – The Endless Fall – Black And Hollow – Execution Style – I Am Lies – Public Failure Number One http://www.mercenary.dk/http://www.centurymedia.com/ Questi danesoni già da qualche disco frullano i Soilwork (già qua si è pescato


New Desire – Bloodsong – Embrace The Nothing – This Black And Endless Never – Isolation (The Loneliness In December) – The Endless Fall – Black And Hollow – Execution Style – I Am Lies – Public Failure Number One

http://www.mercenary.dk/
http://www.centurymedia.com/

Questi danesoni già da qualche disco frullano i Soilwork (già qua si è pescato bene…), un po’ di In Flames post Clayman, heavy classico moderno (tipo Brainstorm), parecchia melodia con anche qualcosina di power…per un risultato che non va in nessuna direzione e infastidisce a lungo andare, compreso sto maledetto growl vicino a ritornelli clean che non c’entrano niente col resto del brano. Momenti carini ce ne sono, ad esempio “Bloodsong” ed “Embrace The Nothing” rappresentano bene la sintesi del sound shakerato (e iperleccato) dei danesi, ma quando si comincia a sentire anche la finta depressione dark à la Evergrey e troppe tastierone pompose la pazienza finisce.
Se proprio non cercate un compendio dei clichè più comuni sentiti migliaia di volte dal 2000 in avanti dalla zona svedese, stateci lontano. Se avete appena iniziato ad ascoltare il metallo e cercate qualcosa che prenda un po’ tutto a muzzo e ve lo sbatta in faccia, ascoltatelo senza remore (un paio di volte però, poi passate ad altro). Insomma la maggioranza lo ignori, gli altri gli si avvicinino con cautela.

P.N.

Condividi.