[Thrash Metal] Believer – Gabriel (2009)

/5
  Medwton – Moment In Prime – Stoned – Redshift – History Of Decline – The Need For Conflict – Focused Lethality – Shut Out The Sun – The Brave – Nonsense Mediated Decay http://www.believerband.net/http://www.metalblade.com/ Sedici anni di pausa sono tanti, forse troppi, per una band: raramente (vedi i Cynic, con il recente “Traced in

 

Medwton – Moment In Prime – Stoned – Redshift – History Of Decline – The Need For Conflict – Focused Lethality – Shut Out The Sun – The Brave – Nonsense Mediated Decay

http://www.believerband.net/
http://www.metalblade.com/

Sedici anni di pausa sono tanti, forse troppi, per una band: raramente (vedi i Cynic, con il recente “Traced in air”) i risultati che si ottengono sono soddisfacenti. Anche i Believer, con questo “Gabriel”, sono usciti con un disco che non è lo specchio dei fasti di quel gruppo che, tra gli anni Ottanta e Novanta, ha ricoperto un ruolo rispettabile nel techno thrash.

L’ospitata “con il botto”, chiamata Howard Jones dei Killswitch Engage, non solleva un album mediocre che non ha nulla da spartire con il passato. “Gabriel” rende bene sui momenti più tirati e thrash, nei quali si trovano dei passaggi veramente notevoli, ma crolla nelle parti più sperimentali ed elettroniche, che in passato furono proprio peculiarità degli statunitensi. A questo punto, perché non puntare maggiormente sull’assalto? E soprattutto, perché ritornare quando dei Destruction a caso (la voce di Kurt Bachman ricorda molto quella di Schmier) potevano fare, evitando le uscite più “colte”, un disco di pari valore? Bocciati.

Nicola Lucchetta

Condividi.