[Thrash Metal] Evile – Infected Nations (2009)

/5
  Infected Nation – Now Demolition – Nosophoros – Genocide – Plague to End All Plagues – Devoid of Thought – Time No More – Metamorphosis – Hundred Wrathful Deities http://www.evile.co.uk/splash.htmlhttp://www.earache.com/ Il vero problema del secondo disco degli Evile è di avere delle linee vocali troppo piatte, monocorde e noiose. I pezzi ci sarebbero anche

 

Infected Nation – Now Demolition – Nosophoros – Genocide – Plague to End All Plagues – Devoid of Thought – Time No More – Metamorphosis – Hundred Wrathful Deities

http://www.evile.co.uk/splash.html
http://www.earache.com/

Il vero problema del secondo disco degli Evile è di avere delle linee vocali troppo piatte, monocorde e noiose. I pezzi ci sarebbero anche così come i riffs, però purtroppo i fratelli Drake dovrebbero cominciare a pensare solo alle chitarre puntando forte su un cantante capace di dare un minimo di corpo alle loro composizioni. In sostanza un cantato simile poteva essere accettabile sul finire degli anni ottanta, oggi appare fuori tempo massimo e appesantisce terribilmente brani non certo brevi ed essenziali.
Certo per un nostalgico questo album potrebbe rappresentare un tuffo al cuore epico visti i richiami a certe strutture intricate à la Metallica di And Justice For All e all’iper velocità simil Sepultura di fine eighties, ma alla lunga la mancanza di guizzi e di cambiamenti in pezzi come Now Demolition o Genocide, favoriscono terribilmente la pressione del tasto ‘skip’, quasi a far pensare che senza lo speed questa band sia davvero anonima. Si salva poco, titletrack, Devoid Of Thought  e strumentale posta in coda a voler esser buoni. Passo falso.

Piero Lisergi

Condividi.