[Elettro Prog] OSI – Blood (2009)

/5
  The Escape Artist – Terminal – False Start – We Come Undone – Radiologue – Be The Hero – Microburst Alert – Stockholm – Blood http://www.osiband.com/ http://www.insideout.de/ Spettacolare ritorno discografico per la creatura della strana coppia Kevin Moore e Jim Matheos, geniale e rimpiantissimo tastierista dei Dream Theater il primo e mente e chitarrista dei

 

The Escape Artist – Terminal – False Start – We Come Undone – Radiologue – Be The Hero – Microburst Alert – Stockholm – Blood
 
http://www.osiband.com/
http://www.insideout.de/

Spettacolare ritorno discografico per la creatura della strana coppia Kevin Moore e Jim Matheos, geniale e rimpiantissimo tastierista dei Dream Theater il primo e mente e chitarrista dei Fates Warning il secondo.

L’idea dei soggetti in questione è fondere le smanie elettro-ambient e la tristezza di Moore con le visioni metal prog del secondo; in questo terzo capitolo si fanno aiutare da Gavin Harrison dei Porcupine Tree che sostituisce Mike Portnoy alla batteria. L’obiettivo è raggiunto in pieno anche in questo terzo capitolo, nonostante una partenza (The Escape Artist) di bassissimo profilo con un brano troppo sostenuto, sbilanciato sul metal ed eccessivamente simile a quanto proposto dai Threshold da tanti anni a questa parte.

Gli episodi migliori del lavoro sono quelli dove la malinconia e l’elettronica di Moore prendono il sopravvento, come Terminal, Stockholm (dove Moore presta il microfono a Mikael Åkerfeldt degli Opeth),  Microburst Alert e Radiologue (forse il miglio brano della storia degli OSI). Il resto del disco, tutt’altro che da buttare, è un continuo cercare il punto di equilibrio fra i riff spezzati e le chitarre robuste tipiche di Matheos e l’elettronica rilassata e cupa del suo compare. Il risultato è semplicemente ottimo e basta perdersi nelle infinite sfaccettature di Be The Hero per rendersene conto.

Insomma, pare proprio che gli OSI abbiano tirato fuori un disco molto ma molto più interessante delle ultime produzioni delle band di origine dei protagonisti.

Stefano Di Noi

Condividi.