[Emo Rock] The Used – Artwork (2009)

/5
  Blood on My Hands – Empty with You – Born to Quit – Kissing You Goodbye – Sold My Soul – Watered Down – On the Cross – Come Undone – Meant to Die – The Best of Me – Men Are All the Same http://www.theused.net/http://www.warnerbrosrecords.com/ Arrivano al quinto disco i The Used, consapevoli

 

Blood on My Hands – Empty with You – Born to Quit – Kissing You Goodbye – Sold My Soul – Watered Down – On the Cross – Come Undone – Meant to Die – The Best of Me – Men Are All the Same

http://www.theused.net/
http://www.warnerbrosrecords.com/

Arrivano al quinto disco i The Used, consapevoli di essere di fronte a un album che potrebbe significare molto per la propria carriera. Non scherzavano, in fase di promozione, quando parlavano del disco più oscuro e duro della loro storia. C’è parecchia rabbia dentro “Artwork”, rabbia che esplode subito all’inizio e si innalza alla conclusione molto alternative con “The Best Of Me” e “Men Are All The Same”. L’opener “Blood On My Hands” illude troppo (quasi metal per il suo riff portante e molto punkettara per l’incedere ‘FallOut-tiano’), visto che viene seguita da “Empty With You”, potenziale singolo vecchia maniera ma eccessivamente ruffiano: da qui in poi seguiranno una serie di brani (indicativamente fino a “Watered Down” inclusa) in cui i Nostri non vogliono osare troppo e premono sul freno, giocando sulle melodie facili.
“On The Cross” riporta finalmente un po’ di pessimismo, che cresce mano a mano fino alle due già citate canzoni poste a fine disco. Degna di menzione anche l’istrionica “Come Undone”.

Un buon lavoro tutto sommato, che però viene penalizzato da due anime che contrastano troppo fra loro, una scelta più oculata nell’ordine di tracklist avrebbe portato il cd a ottimi livelli. Sarà interessante vedere quali saranno le prossime scelte stilistiche dei The Used, band che comunque merita attenzione.

Paolo Sisa

Condividi.