[Emocore] Thursday – Common Existence (2009)

/5
  Resuscitation Of A Dead Man – Last Call – As He Climbed The Dark Mountain – Friends In The Armed Forces – Beyond The Visible Spectrum – Time’s Arrow – Unintended Long Term Effects – Circuits Of Fever – Subway Funeral – Love Has Led Us Astray – You Were The Cancer http://www.thursday.net/http://www.epitaph.com Dieci

 

Resuscitation Of A Dead Man – Last Call – As He Climbed The Dark Mountain – Friends In The Armed Forces – Beyond The Visible Spectrum – Time’s Arrow – Unintended Long Term Effects – Circuits Of Fever – Subway Funeral – Love Has Led Us Astray – You Were The Cancer

http://www.thursday.net/
http://www.epitaph.com

Dieci anni di carriera. I Thursday hanno dato lustro al post hardcore virato in emo core prima che l’ultima Mtv generation stravolgesse il termine stesso. Il loro guardare avanti dal punto di vista sonoro è sempre stato l’elemento cardine della loro poetica e del loro progetto vincente, stimato ed amato dalla scena.
Ora sono trascorsi quattro anni da “A city by the light divided”, l’ultimo lavoro in studio. Nel mezzo abbiamo avuto una raccolta di b-side e outtakes (“Kill the house light”) ed uno split-album con i giapponesi Envy.
 
Rieccoli quindi sugli scudi per riproporre la continuazione del proprio percorso musicale, approdando dopo i trascorsi con la Victory all’etichetta indie Epitaph.
Cambia poco o niente per il sestetto americano. Questa volta magari appaiono leggermente meno audaci delle ultime produzioni.
Nel quinto capitolo della loro storia, accanto alla volontà di spingersi oltre, troviamo uno sguardo al passato più prettamente emo-punk (ascoltate il primo pezzo Refused-oriented).

“Common Existence” propone comunque buoni momenti di rock compatto ed energico in stile post hardcore, con l’aggiunta di passaggi psichedelici uniti ad una carica e una sofferenza tutta personale.
Se non voelte perderli, li troverete dalle nostre parti il prossimo 15 aprile con il carrozzone “Give It a Name”.

Luca Freddi

Condividi.