Eusebio Martinelli Gazpacho

Eusebio Martinelli Gazpacho Recensione 3.5/5
Il Gazpacho è una zuppa fredda a base di verdure crude, molto apprezzata d’estate. Ne esistono almeno 60 versioni, alcune molto speziate. Gli ingredienti principali sono tradizionalmente peperoni, pomodori, cetrioli e cipolla, arricchiti di volta in volta con erbe aromatiche differenti. Immancabile il pane raffermo, ammorbidito in acqua, che rende cremoso il composto. Non lo

Il Gazpacho è una zuppa fredda a base di verdure crude, molto apprezzata d’estate. Ne esistono almeno 60 versioni, alcune molto speziate. Gli ingredienti principali sono tradizionalmente peperoni, pomodori, cetrioli e cipolla, arricchiti di volta in volta con erbe aromatiche differenti. Immancabile il pane raffermo, ammorbidito in acqua, che rende cremoso il composto. Non lo dico io, lo dice wikipedia. “Gazpacho” da oggi è anche un disco, nello specifico è un album da consumare col caldo pur non essendo freddo, tendenzialmente speziato ed è una mistura curiosa di elementi sonori apparentemente fuori contesto, ma che riescono a convivere grazie al gusto, al savoir faire e all’eleganza dello chef Martinelli (già collaboratore di Capossela).

Se non vi è ancora venuto appettito, sappiate che in “Gazpacho” sono finite dalle sonorità andaluse a quelle della tradizione balcanica. Ascoltando Gazpacho sarete inebriati da trombe mariachi e dai canti gitani. Vi sentirete come se i Gipsy King venissero rapiti da un gruppo di zingari, picchiati tantissimo e obbligati a suonare in Macedonia a un matrimonio fra un serbo e una messicana. Bravi, buoni e succulenti. Buon appetito a tutti.

Stefano Di Noi


YouTube

Condividi.