[Folk Orchestrale] Efterklang & The Danish…

/5
  [Folk Orchestrale] Efterklang & The Danish National Chamber Orchestra – Performing Parades (2009) Polygyne – Mirador – Him Poe Poe – Horseback Tenors – Mimeo – Frida Found A Friend – Maison De Riflexion – Blowing Lungs Like Bubble – Caravan – Illuminant – Cutting Ice To Snow  www.efterklang.netwww.theleaflabel.com Con due album all’attivo l’ensemble

 

[Folk Orchestrale] Efterklang & The Danish National Chamber Orchestra – Performing Parades (2009)

Polygyne – Mirador – Him Poe Poe – Horseback Tenors – Mimeo – Frida Found A Friend – Maison De Riflexion – Blowing Lungs Like Bubble – Caravan – Illuminant – Cutting Ice To Snow 

www.efterklang.net
www.theleaflabel.com

Con due album all’attivo l’ensemble danese ha dimostrato buone capacità compositive e uno stile tutto suo, raggiunto dalla fusione di elementi post rock, ariosità nordiche, elettronica tenue, coralità vocali, passaggi e paesaggi à la Mum e Sigur Ros.
L’ultimo disco “Parades” (2007) li ha fatti conoscere al grande pubblico. In patria hanno così impressionato da organizzare un grande concerto, in cui far condivider loro il palco con la Danish National Chamber Orchestra. Roba seria, insomma.

Dopo molti mesi di prove, ecco l’evento, il 26 settembre del 2008 a Copenaghen. Ecco qui un cd e un dvd che racchiudono questa esperienza “alta”. Gli Efterklang accompagnati dall’orchestra di cinquanta elementi hanno riproposto le canzoni di “Parades”. Quindi oltre ad ascoltare questa perfetta fusione potrete anche gustare le scenografie da foresta nordica stilizzata che avvolge e costella il palco. In più ci si trova anche un “dietro le quinte” e alcuni video musicali provenienti dallo stesso disco.

La rilettura in questione è un’esplosione di archi e fiati che rende molto migliori i brani infondendogli un po’ di barocchismo e avvicinandoli definitivamente ad esperienze folk orchestrali. Casper Clausen e soci hanno saggiamente giocato con la maestosità orchestrale e anthemica dei loro brani, già ricchi di sfumature e di romanticismo, donando un calendoscopio di solennità lirica ed evocativa.

Attestato di merito del collettivo danese è anche la decisione della storica label inglese 4AD di pubblicare il loro terzo disco, che vedrà la luce all’inizio del 2010. Attendiamoli.

Luca Freddi

Condividi.