[Gothic Metal] Lacuna Coil – Visual Karma

/5
[Gothic Metal] Lacuna Coil – Visual Karma (DVD) (2008) [DVD1] Wacken 2007: Intro – To The Edge – Fragments of Faith – Swamped – In Visible Light – Fragile – Closer – Senzafine – What I see – Enjoy the Silence – Heaven’s a Lie – Our TruthLoudpark 2007: Intro/To the Edge – Swamped –

[Gothic Metal] Lacuna Coil – Visual Karma (DVD) (2008)

[DVD1] Wacken 2007: Intro – To The Edge – Fragments of Faith – Swamped – In Visible Light – Fragile – Closer – Senzafine – What I see – Enjoy the Silence – Heaven’s a Lie – Our Truth
Loudpark 2007: Intro/To the Edge – Swamped – Closer – Within Me – Daylight Dancer – Our Truth
Promotional Videos: Our Truth – Enjoy The Silence – Closer – Within Me
[DVD2] The Band – Behind The Scenes – The Fans (Fan Submissions)

http://www.lacunacoil.it/
http://www.centurymedia.com/

Chi, come il sottoscritto, si aspettava un gran lavoro, un qualcosa di mastodontico, dal primo dvd ufficiale dei Lacuna Coil, rimarrà particolarmente deluso. Qualità dei contenuti altalenante e dubbia utilità degli stessi, in molti casi, sono le maggiori critiche che si possono fare a questo “Visual Karma”.

Partiamo dal primo DVD, quello che conta. Il materiale interessante c’è: due concerti completi e tutti i video tratti dal fortunato “Karmacode”, uscito ormai più di due anni fa. Il live al Wacken, mettendo da parte discussioni sulla qualità del video (a tratti, sembra di essere davanti a materiale amatoriale), è bello e la scaletta rispecchia quella che la band di Cristina Scabbia ha proposto in occasione dei festival estivi del 2007, tra cui l’italiano Frozen Rock Festival. La band è anche in forma, e tiene bene le assi del palco più famoso per il pubblico di metallari, dimostrando di saper coinvolgere i presenti e di essere un act di primo livello. Quello che delude, in questa prima parte di “Visual Karma”, è il live in Giappone, Loudpark 2007: la qualità del video cade nella mediocrità, al punto che sembra ripreso da una piccola telecamera compatta. L’unica cosa interessante è il fatto che la band propone “Daylight dancer”, forse uno dei pezzi più belli della loro carriera.

Sarebbe meglio non parlare del secondo DVD. Le uniche parti interessanti sono il video di presentazione di Cristina Scabbia (dedicato interamente al progetto Rezophonic) e i dietro le quinte, nei quali troviamo la prima volta della band in Giappone. Per il resto, tanto materiale di qualità veramente bassa, soprattutto quello proposto dai fan. Esempio eclatante la persona che, pur di apparire sul DVD della sua band preferita, si fa riprendere mentre si fa tatuare sul polso il logo dei Lacuna Coil.

Un lavoro che, a conti fatti, non è un gran documento commemorativo del momento più fortunato e ricco di soddisfazioni per la band meneghina. Forse era meglio puntare sui contenuti del primo dvd e lasciare quelli del secondo magari in una sezione speciale del loro sito.

Nicola Lucchetta

Condividi.