Hauschka – Salon De Amateur

/5
Torna il pianista e compositore di Düsseldorf Volker Bertelmann sotto l’alias Hauschka. “Salon De Amateur” è il nuovo disco edito dalla 130701, l’etichetta di musica classica fondata dalla Fat Cat Records per promuovere nuovi compositori di musica contemporanea e classica. Hauschka si è contraddistinto lungo sette dischi per l’utilizzo non convenzionale del piano, chiamato piano

Torna il pianista e compositore di Düsseldorf Volker Bertelmann sotto l’alias Hauschka. “Salon De Amateur” è il nuovo disco edito dalla 130701, l’etichetta di musica classica fondata dalla Fat Cat Records per promuovere nuovi compositori di musica contemporanea e classica. Hauschka si è contraddistinto lungo sette dischi per l’utilizzo non convenzionale del piano, chiamato piano preparato. Il suo “Room To Expand” è stato uno dei dischi più belli degli ultimi anni.

Con un modernariato classico, derivato dal minimalismo di Philip Glass e Michael Nyman, e da compositori come Arvo Part, John Cage, riesce a colpire ancora nel segno variando leggermente le sue sonorità. Dieci composizioni ricche di sfumature e fascino a cui hanno partecipato Joe Burns dei Calexico, Samuli Kosminen dei Mum. Un disco strumentale in cui tocchi elettronici e note reiterate di piano giocano con stratificazione di strumenti (basso, batteria, violoncello, tra gli altri) e suoni offrendo un viaggio ipnotico. A farla da padrona sono gli arrangiamenti jazzy lounge che potrebbero star bene a fianco ad alcuni campioni del nu-jazz europeo come Tied Tickled Trio e Jaga Jazzist.

Luca Freddi

Condividi.