[Indie] Grinderman (ft. Nick Cave) – Grinderman (2007)

 /5
  Get It On – No Pussy Blues – Electric Alice – Grinderman – Depth Charge Ethel – Go Tell the Women – I Don’t Need You (to Set Me Free) – Honey Bee (Let’s Fly to Mars) – Man in the Moon – When My Love Comes Down – Love Bomb www.grinderman.com www.mute.com Torna


 

Get It On – No Pussy Blues – Electric Alice – Grinderman – Depth Charge Ethel – Go Tell the Women – I Don’t Need You (to Set Me Free) – Honey Bee (Let’s Fly to Mars) – Man in the Moon – When My Love Comes Down – Love Bomb

www.grinderman.com
www.mute.com

Torna con una nuova pelle il buon vecchio re inkiostro.

Che poi a voler ben vedere non si capisce cosa ci sia di nuovo… il procedimento e’ stato seguito al contrario, invece di lavare via lo sporco qua si è lavata via la patina da crooner che Nick si era costruita negli ultimi anni, e gratta gratta sono venute fuori quelle facce brutte e sporche che ben ci ricordavamo.

E sono proprio le stesse, visto che questi Grindermen sono una versione ridotta all’osso dei Bad Seeds, fuori il nucleo storico son rimasti ‘i nuovi’ a dare man forte al capo in questa avventura.

Quindi spazio alla chitarra ipnotica e ripetitiva dello stesso Cave, al basso semplice e pulsante di Martyn Casey, e soprattutto al violino distorto dell’ormai inseparabile e insostituibile Warren Ellis.

Il disco funziona a tratti, e viene fuori sulla distanza. Perchè l’inizio è noiosetto, con l’esclusione dell’abrasiva ‘No Pussy Blues’ bisogna aspettare ‘Go Tell The Woman’ per un bel pezzo convincente. ‘I Don’t Need You’ ci riporta ai Bad Seeds degli anni ’80, introducendo ‘Honey Bee’ che è il pezzo più riuscito del disco, trascinato dall’hammond in un ritmo frenetico e circolare.

I pezzi sono scarni, per la maggior parte costruti intorno a un riff ripetuto come un mantra, per cui l’attenzione a volte scivola via soprattutto negli episodi più lenti.

In definitiva fa piacere che Nick Cave sappia ancora graffiare, visto che ormai da troppi anni ci stava dischi un po’ troppo leccati, ma è anche vero che non graffia come in passato, e quindi viene da chiedersi il senso di questa forzata involuzione.

S.R.

Condividi.