[Indie] Lightspeed Champion – Falling Off The Lavender Bridge (2008)

 /5
Number One – Galaxy of the Lost – Tell Me What it’s Worth – All To Shit – Midnight Surprise – Devil Tricks For a Bitch – I Could Have Done This Myself – Salty Water – Dry Lips – Everyone I Know is Listening to Crunk – Let the Bitches Die – No Surprise

Number One – Galaxy of the Lost – Tell Me What it’s Worth – All To Shit – Midnight Surprise – Devil Tricks For a Bitch – I Could Have Done This Myself – Salty Water – Dry Lips – Everyone I Know is Listening to Crunk – Let the Bitches Die – No Surprise (For Wendela) / Midnight Surprise

http://www.myspace.com/lightspeedchampion
http://www.dominorecordco.us/

Dev Hynes fugge dagli States in direzione Terra d’Albione. Quando ritorna in patria si butta tra le braccia della blasonata Domino con il suo nuovo progetto Lightspeed Champion. A produrre e confezionare un disco perfetto (attenzione alla precisazione) per i tempi che stiamo vivendo ci pensa il giro della Saddle Creek, ovvero la famiglia indie-pop dei tanto chiacchierati Bright Eyes. E così ecco un gradevole prodottino di cantautorato nerd-pop bello patinato e (fintamente?) trasognato.
Melodie introspettive post Belle & Sebastian, insomma vicino ai vari Bright Eyes e Okkervil River. Easy nella melodia e nella sensibilità la band inanella dei gradevoli pezzi anche ricercati (vedi innesti di archi). Non c’è che dire, canzonette colorate, mielose, suadenti per post adolescenti. Manca una cosa alla fin fine. La capacità di rapire e di stupire. Magari solo essere imprevedibili.

L.F.

Condividi.