[Indie Pop] dEUS – Vantage Point (2008)

/5
  When She Comes Down – Oh Your God – Eternal Woman – Favourite Game – Slow – The Architect – Is a Robot – Smokers Reflect – The Vanishing of Maria Schneider – Popular Culture http://www.deus.be/http://cooperativemusic.it/co-op/site/Artists.aspx?ID=435 Ricordo con affetto il video di esordio di questo strambo gruppo belga: faceva un certo effetto a inizio

 

When She Comes Down – Oh Your God – Eternal Woman – Favourite Game – Slow – The Architect – Is a Robot – Smokers Reflect – The Vanishing of Maria Schneider – Popular Culture

http://www.deus.be/
http://cooperativemusic.it/co-op/site/Artists.aspx?ID=435

Ricordo con affetto il video di esordio di questo strambo gruppo belga: faceva un certo effetto a inizio anni ’90 vedere passare sui canali musicali mainstream questa canzone tutta sghemba, con un violino acidissimo, e due che cantavano urlando tenendosi per mano.
Molto tempo e relativamente pochi dischi sono passati, sempre in bilico tra l’indie e il pop di classe, per arrivare a questo ‘Vantage Point’. Il violino è scomparso, è rimasta una certa volta di farlo strano che però in questo caso flirta in maniera un po’ troppo decisa con il pop elettronico più becero, con risultati veramente fastidiosi come “The Architect”, davvero brutta.
Molto meglio le atmosfere pulsanti ma rilassate della title track e “Popular Culture”, piacevoli anche se non particolarmente incisive.

Un disco globalmente deludente, in cui mancano sia la voglia di sperimentare che la capacità di fare qualcosa di veramente accessibile, e si rimane in bilico senza mai convincere. Un peccato, visto che il gruppo finora aveva saputo dosare le uscite mantenendo la qualità sempre piuttosto alta; speriamo si tratti solo di un passo falso.

S.R.

Condividi.