[Indie Rock] Belfast – H (2009)

/5
  Nevermind – Spleen – Leaves Have Fallen – Down Below – Long Kesh – Belfast – Lubim Tahttp://www.myspace.com/belfastrock Ne hanno di strada da fare, i compatrioti Belfast. Ma, per essersi autoprodotti, l’inizio è promettente.Tra le loro influenze i Coldplay, i Travis e gli U2…anche se come atmosfera sono molto più vicini agli Sigur Ros.

 

Nevermind – Spleen – Leaves Have Fallen – Down Below – Long Kesh – Belfast – Lubim Ta

http://www.myspace.com/belfastrock

Ne hanno di strada da fare, i compatrioti Belfast. Ma, per essersi autoprodotti, l’inizio è promettente.
Tra le loro influenze i Coldplay, i Travis e gli U2…anche se come atmosfera sono molto più vicini agli Sigur Ros. Il gruppo suona basi alternative rock dominate da melodie di tastiere, synths e voce. L’impegno che ci mettono è tanto…ma quello che sembra un equilibrio tra atmosfera e forma-canzone può rivelarsi un’arma a doppio taglio. Più che cercare l’equilibrio infatti, ai bergamaschi converrebbe spaziare e raggiungere gli estremi.

Le tastiere sono assolutamente la punta del loro sound, con molti giri e melodie, eppure manca un pezzo davvero atmosferico che le faccia godere appieno. Le chitarre sono sempre troppo relegate in secondo piano; da una parte per colpa della produzione, dall’altra perché forse il cantante/chitarrista non può che limitarsi all’accompagnamento…diciamo che non farebbe male aggiungerci qualche strato di chitarra per dare più spessore al loro sound.
Infine, vista la buona prova del cantante, sarebbe interessante vederlo alla prova con qualche pezzo decisamente più orientato al pop, tipo gli stessi Coldplay o i primi U2 (‘Belfast’, guarda caso, ricorda proprio loro). I ragazzi sono insieme da solo un paio di anni e suonano già molto in giro…hanno tutte le possibilità per affinare a dovere il loro sound.

Marco Brambilla

Condividi.