[Indie/Folk/Rock] Goose – 30:40 (2009)

/5
    Qui Per Te – La Vita A 34 Anni – Finché Non Saprai – Quando Ero Felice – Indietro – Mio Cuore – Fra Noi Due – Per Cambiare – Sogna – Settembre – Neve www.myspace.com/goosesoundwww.goosemusic.it Fra i trenta e i quarant’anni si va in crisi, così da sempre si dice. I Goose

 

 

Qui Per Te – La Vita A 34 Anni – Finché Non Saprai – Quando Ero Felice – Indietro – Mio Cuore – Fra Noi Due – Per Cambiare – Sogna – Settembre – Neve

www.myspace.com/goosesound
www.goosemusic.it

Fra i trenta e i quarant’anni si va in crisi, così da sempre si dice.

I Goose ci raccontano con precisione l’ansia che si prova ad arrivare all’”Età Di Mezzo”, agli anni del primo lavoro decente, della spesa all’Auchan coi bambini nel carrello e del mutuo da pagare, della paura di crescere e trovarsi privati della spensieratezza. Un concept su di un argomento del genere poteva essere banale fino alla nausea, come le scene de “L’Ultimo Bacio” di Muccino, oppure sentito ed intimo come in effetti è “30:40”.

Come dei nuovi Perturbazione, ai quali assomigliano soprattutto per il piglio personale, malinconico ma comunque leggero che hanno i loro pezzi, ci raccontano il loro microcosmo  rendendolo generale e generazionale, riuscendo in una missione facile da mandare all’aria. Sarà merito delle influenze che citano, dei “Big Star”, o soprattutto dei Go-Betweens, sarà merito di un cantato fresco, lievemente impreciso e per questo più “amico”, sarà per le belle intuizioni negli assoli e soprattutto negli arrangiamenti, ma questo album è proprio una bella conferma, una bella seconda prova. Passsato il picco negativo di “Fra Noi Due”, troppo simile ad una sigla da cartone animato o ad un inno da oratorio, il resto sono l’amore adulto di “Qui Per Te”, le difficoltà a vivere di “La Vita A Trentaquattro Anni”, la rassegnazione di “Indietro”, ma soprattutto il lirismo malinconico di “Neve”, racconto acustico di una nevicata in città, simbolo del ritorno all’infanzia ed allo stupore, anche per solo un attimo, nonostante il mutuo da pagare.

Francesca Stella Riva

Condividi.