[Indie/New Wave] The Faint – Fascination (2008)

/5
  Get seduced – The geeks were right – Machine in the Gost – Fulcrum and lever – Psycho – Mirror Error – I treat you wrong – Forever growing centipedes – Fish in a Womb – A battle hymn for children Sito ufficiale della band Etichetta discografica Sono tornati gli anni 80. O almeno

 

Get seduced – The geeks were right – Machine in the Gost – Fulcrum and lever – Psycho – Mirror Error – I treat you wrong – Forever growing centipedes – Fish in a Womb – A battle hymn for children

Sito ufficiale della band
Etichetta discografica

Sono tornati gli anni 80. O almeno è quello che vorrebbero i “The faint”, scatenatissima band del Nebraska che da più di due lustri sconvolge il panorama indie americano a furia di fusioni azzardate di ritmi e stili opposti, tutti dal sapore vintage.
Nel nuovo album “Fascination” i cinque ragazzacci di Omaha giocano questa volta a mischiare la new wave dei Joy Division, l’industrial in stile Bauhaus e l’electro pop dei Depeche Mode. Il tutto in un genere assolutamente originale, al primo ascolto difficile, poco orecchiabile e faticoso, ma capace di spiazzare per audacia e coraggio. Non male le atmosfere buie post- industriali di “Forever growing centipedes”, l’easy-electro di “Get seduced”, e le sonorità quasi techno di “Fish in a Womb”.
Disco oscuro, potrebbe essere degna colonna sonora di un film di Wim Wenders, l’insieme però non rende: in “The geeks were right” sembrano la versione heavy  dei Killers e a parte qualche sprazzo pop che alleggerisce l’atmosfera ci si perde in melodie troppo meccaniche, troppo fredde e sterili.
Piacerà sicuramente ai fan dei Kraftwerk questo album…per gli altri è meglio aspettare il prossimo!

Valentina Lonati

Condividi.