[Melodic Hardcore] Atlas Losing Grip – Shut The …

/5
[Melodic Hardcore] Atlas Losing Grip – Shut The World Out (2008) Decreasing development – Nothing has changed – Tearing international treaties – Farewellfare – All in vain – Shut the world out – Affordable solutions – Home –  Punk is a bunch of kids with funny haircuts –  Riding the tube – Never grow apart

[Melodic Hardcore] Atlas Losing Grip – Shut The World Out (2008)

Decreasing development – Nothing has changed – Tearing international treaties – Farewellfare – All in vain – Shut the world out – Affordable solutions – Home –  Punk is a bunch of kids with funny haircuts –  Riding the tube – Never grow apart – Parkinsun – The scorn of others

http://www.myspace.com/atlaslosinggrip
http://www.noreasonrecords.com

Se pensavate che l’hardcore melodico fosse finito nel dimenticatoio qualche anno fa, quattro ragazzi svedesi poco più che ventenni sono qui per ricordarci che c’è ancora chi ama suonarlo e sa farlo dannatamente bene.
La Svezia da questo punto di vista si conferma ancora una volta fucina di ottime band in grado di rivaleggiare tranquillamente con quelle statunitensi, con risultati di tutto rispetto. Facile quindi leggere nella musica degli Atlas Losing Grip le fonti principali di ispirazione, Millencolin in primis, specie per quanto riguarda l’uso e l’importanza dei cori nell’economia dei brani, e i Satanic Surfers per la furia delle ritmiche e l’aggressività delle chitarre, mentre tornando in California si sente che la lezione dei Bad Religion è stata imparata ed esposta alla perfezione. Forte di una produzione molto pulita, dai suoni grossi che colpiscono dal primo ascolto e da un indubbio gusto melodico, l’album non lascia certo indifferenti se amate il genere, chiaramente nulla di nuovo, ma ottimo per ripensare con un po’ di nostalgia a quegli anni.

Livio Novara

Condividi.