[Pop-Rock] Placebo – Meds (2006)

 /5
Meds (feat. VV of The Kills) – Infra-Red – Drag – Space Monkey – Follow The Cops Back Home – Post Blue – Because I Want You – Blind – Pierrot The Clown – Broken Promise (feat. Michael Stipe) – One Of A Kind – In The Cold Light Of The Morning – Song To

Meds (feat. VV of The Kills) – Infra-Red – Drag – Space Monkey – Follow The Cops Back Home – Post Blue – Because I Want You – Blind – Pierrot The Clown – Broken Promise (feat. Michael Stipe) – One Of A Kind – In The Cold Light Of The Morning – Song To Say Goodbye

http://www.placeboworld.co.uk/
http://www.emigroup.com/

Dopo cinque dischi all’attivo e una permanenza nella scena musicale europea ormai decennale, i Placebo hanno da tempo maturato uno stile molto personale che li rende subito riconoscibili dopo un giro di accordi o due vocalizzi di Brian Molko, tanto da diventare il loro punto di forza principale. Diversamente c’è anche la possibilità che proprio il loro sound così riconoscibile li rinchiuda all’interno di collaudati stilemi fatti di autocitazioni più o meno volontarie, da cui potrebbe essere veramente difficile uscirne. Come recita un famoso detto “a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”, visti i precedenti dischi, non si aspettavano grosse rivoluzioni in casa Placebo e “Meds” ne è la conferma. Lanciato da un singolo intelligentissimo e un po’ ruffiano come “Song to say goodbye”, l’album si muove sui ritmi e sulle atmosfere di sempre, qualche concessione all’elettronica e un paio di special guest a condire il tutto (Michael Stipe dei REM e VV dei The Kills). Il disco però non è in grado di offrire un prodotto che vada oltre e cerchi in qualche modo di smuovere i Placebo da questa immobilità che dura ormai da qualche album. La sensazione principale è che non si siano ancora distaccati del tutto dal successo di “Without you I’m nothing” e continuino a riproporlo, ostinatamente, in varie forme e con alterne fortune. In definitiva un ennesimo disco di transizione, a tratti anche piacevole, ma i Placebo hanno fatto e possono fare sicuramente di meglio. Solo per i fan.

L.N.

Condividi.