[Post Rock] Hc-B – Soundcheck For A …

/5
  [Post Rock] Hc-B – Soundcheck For A Missing Movie (2009) A Dusty Book, A City Of Lights – Dead Horse Walking – Black – Hot Afternoon In The Bulls’ Square – Playing With Planes – Slow Compensation – Crystal Lane – Missing Movie http://www.hc-b.ithttp://www.myspace.com/hcbgroup Un bell’album dei Rachel’s? Un album di b-sides dei Bell

 

[Post Rock] Hc-B – Soundcheck For A Missing Movie (2009)

A Dusty Book, A City Of Lights – Dead Horse Walking – Black – Hot Afternoon In The Bulls’ Square – Playing With Planes – Slow Compensation – Crystal Lane – Missing Movie

http://www.hc-b.it
http://www.myspace.com/hcbgroup

Un bell’album dei Rachel’s? Un album di b-sides dei Bell Orchestre? Cos’è questo “Soundtrack For A Missing Movie”, oltre che qualcosa di terribilmente già sentito?
 
Andiamo con calma: i pezzi ci sono e sono molto belli, fra tutti “A Dusty Book, A City Of Lights”, impreziosito dalla tromba che entra a metà e rende tutto soffuso un attimo prima dei riff pesanti delle chitarre, e “Black”, col suo finale ipnotico guidato dal theremin.
La tecnica c’è, e forse è anche troppo sfoggiata in certi momenti, e ci sono anche tutti i crismi del post degli ultimi tempi e non, tutto quello che l’ha reso fruibile anche a chi ascoltava solo canzonette da tre minuti: gli archi che suonano come se fossero una sezione d’orchestra, la tromba minimale e jazzy come ci hanno insegnato i primi Giardini Di Mirò, l’amore per il cinema (Henri Cartier-Bresson, HC-B) e per le colonne sonore.
C’è tutto in questo album, eppure manca qualcosa.
Quello che manca non lo afferri al primo ascolto, ma al terzo o al quarto, quando ti accorgi che l’attenzione che avevi all’inizio della prima traccia, difficilmente l’hai mantenuta fino alla quinta, quando ti accorgi che i fiati e gli archi sparati a mille in “Hot Afternoon In The Bulls’ Square” non ti stanno sconvolgendo come dovrebbero, quando realizzi che, qualsiasi cosa suonino gli HC-B, non riesce mai fino in fondo a colpirti al cuore, perché non è mai, nemmeno lontanamente, nuova, mentre tutto si muove in un territorio soffuso di citazioni e rimandi.
Sicuramente gli HC-B hanno molte idee e molto da offrire, l’unica cosa che gli si chiede è un attimo di spinta in più o almeno il coraggio di smarcarsi dalle convenzioni più strettamente di genere, perché le potenzialità sono enormi, e a chi ha talento viene sempre chiesto il massimo.

Francesca Stella Riva

Condividi.