[Prog Rock] Steve Walsh – Shadow Man (2005)

 /5
Rise – Shadowman – Davey And The Stone That Rolled Away – Keep On Rockin’ – Pages Of Old – Hell Is Full Of Heroes – After – The River http://www.steve-walsh.de http://www.frontiers.it Steve Walsh non deve dimostrare più niente a nessuno, bastano i dischi dei Kansas a parlare, eppure, dopo il sorprendente “Glossolalia” del 2000,

Rise – Shadowman – Davey And The Stone That Rolled Away – Keep On Rockin’ – Pages Of Old – Hell Is Full Of Heroes – After – The River

http://www.steve-walsh.de
http://www.frontiers.it

Steve Walsh non deve dimostrare più niente a nessuno, bastano i dischi dei Kansas a parlare, eppure, dopo il sorprendente “Glossolalia” del 2000, si rimette nuovamente in gioco. Il risultato è questo sorprendente “Shadow Man”.
Sorprendente perché è raro trovare mostri sacri del rock ancora in grado di farsi così coinvolgere dal ‘nuovo’ (parli da solo “Rise”, brano di apertura che tra un inizio à la Tool e un finale quasi thrash metal lascia abbastanza di stucco).
Sorprendente per il gusto dei dettagli che Steve Walsh sa ancora inserire nella sua musica, lasciando via via a bocca aperta con soluzioni e accostamenti che non t’aspetti.
Sorprendente per la classe, il mestiere e la facilità con cui il nostro costruisce brani dalla struttura comunque complessa, con cori ed orchestrazioni che fanno capolino qua e là.
Insomma, un acquisto obbligato per tutti gli amanti del rock d’autore.

S.D.N.

Condividi.