[Progressive Rock] Ritual – The Hemulic Voluntary Band (2007)

 /5
The Hemulic Voluntary Band – In The Wild – Late In November – The Groke – Waiting By The Bridge – A Dangerous Journey http://www.ritual.se/http://www.insideout.de/ Quarto album in dodici anni di carriera, vanno con calma i Ritual e se questo è ciò che serve per sfornare dischi di qualità, siamo disposti ad aspettare. 'The Hemulic


The Hemulic Voluntary Band – In The Wild – Late In November – The Groke – Waiting By The Bridge – A Dangerous Journey

http://www.ritual.se/
http://www.insideout.de/

Quarto album in dodici anni di carriera, vanno con calma i Ritual e se questo è ciò che serve per sfornare dischi di qualità, siamo disposti ad aspettare. 'The Hemulic Voluntary Band' si differenzia molto dai suoi predecessori, come prassi della band svedese, senza per questo dover rinunciare a tutti i marchi di fabbrica del Ritual sound. Composizioni delicate, con un gusto ricercatissimo per le melodie, momenti acustici e quel mood scanzonato, divertito e divertente e un po' acido che ha sempre contraddistinto l'opera del gruppo.
Questi Svedesi riescono in un colpo solo a far da ponte fra King Crimson, Jethro Tull e Gentle Giant, aggiungendoci una massiccia spruzzata di Led Zeppelin e atmosfere sognanti e naïf. Fra l'altro, pur parlando di progressive, siamo ben lontani dai barocchismi e dalle masturbazioni strumentali che tanto male hanno fatto a questo genere. I Ritual vanno dritti al sodo, si perdono in note solo quando questo è strettamente funzionale al brano.
In parole povere, per gli appassionati del genere e non solo, un disco assolutamente da non perdere e tra le migliori uscite dell'anno.

S.D.N.

Condividi.