[Rock] Ben Harper – White Lies For Dark Times

/5
[Rock] Ben Harper – White Lies For Dark Times (2009) Number With No Name – Up To You Now – Shimmer And Shine – Lay There And Hate Me – Why Must You Always Dress In Black – Skin Thin – Fly One Time – Keep It Together (So I Can Fall Apart) – Boots

[Rock] Ben Harper – White Lies For Dark Times (2009)

Number With No Name – Up To You Now – Shimmer And Shine – Lay There And Hate Me – Why Must You Always Dress In Black – Skin Thin – Fly One Time – Keep It Together (So I Can Fall Apart) – Boots Like These – The Word Suicide – Faithfully Remain

http://www.benharper.com/
http://www.emimusic.it/emimusic.it/index.asp

Non importa che ad accompagnarlo siano i fedeli Innocent Criminals, i Blind Boys Of Alabama o, come in questo caso, i Relentless7, un gruppo di cui aveva sentito un demo in macchina: tutto, o quasi, quello che tocca Ben Harper si trasforma in oro.
Artista dalla sensibilità unica, capace di scrivere alcuni dei pezzi più belli degli ultimi quindici anni, Harper pare aver voluto compiere un viaggio a ritroso all’origine della musica o, perlomeno, di quella che l’ha cresciuto. E’ un disco spiazzante questo “White Lies For Dark Times” e lo si capisce immediatamente già dall’ascolto del primo singolo pubblicato. Niente a che vedere con i toni pacati dell’ultimo splendido album da studio: qui si parla di rock ‘n roll, quello che ti fa alzare dal tuo fottuto divano e ti fa venir voglia di muoverti. E’ grezzo e sporco al punto giusto, pur mantenendo un filo diretto con le sue ultime produzioni soprattutto nella seconda parte dell’album.

E’ qui che capiamo di trovarci di fronte allo stesso autore di  “Lifeline” o “Both Sides Of The Gun” e allo stesso tempo ci rendiamo conto di quanto riesca a fare entrambe le cose maledettamente bene. Adatto a chi, come me, troppo spesso pensa che tra dieci anni non ci sarà più nessuno da andare a vedere.

Luca Garrò

Condividi.