[Rock] Foo Fighters – Echoes, Silence, Patience And Grace (2007)

 /5
The pretender – Let it die – Erase replace – Long road to ruin – Come alive – Stranger things have happened – Cheer up boys, your makeup is running – Summer’s end – The ballad of the Beaconsfield miners – Statues – But honestly – Home. http://www.foofighters.com/http://www.sonybmg.it/ Non è difficile capire perchè Dave Grohl


The pretender – Let it die – Erase replace – Long road to ruin – Come alive – Stranger things have happened – Cheer up boys, your makeup is running – Summer’s end – The ballad of the Beaconsfield miners – Statues – But honestly – Home.

http://www.foofighters.com/
http://www.sonybmg.it/

Non è difficile capire perchè Dave Grohl goda di grande stima nel mondo dello spettacolo: non ha solo suonato nel gruppo più influente degli anni ’90 ma, dopo la morte di Cobain, ha saputo mantenere una credibilità altissima, presenziando nell’album più bello dei Queens Of The Stone Age e iniziando un interessante discorso con i suoi Foo Fighters, che oggi si impreziosisce con l’uscita del nuovo album.
Grande attesa circondava la nuova release di Dave e soci, l’ultimo in studio (l’ottimo “In Your Honor”) aveva riportato il gruppo a fasti che non si vedevano da un decennio, le performance di Hyde Park e Live Earth avevano dato la sensazione di trovarci ormai di fronte ad un gruppo all’apice della carriera.

Diciamo subito che il disco, anticipato come un lavoro molto vario, pesante e cupo come mai nella carriera dei nostri, non ha deluso le aspettative. L’inizio è fulminante: “The Pretender” è una bomba sonora urlata da un Grohl ispiratissimo e suonata a mille e, quando la splendida “Let It Die” e la successiva “Erase Replace” ci fanno pensare di essere di fronte ad un album devastante ecco che arriva il primo lento “Come Alive”, seguito a ruota da un’altra ballad, l’azzeccattisima “Stranger Things Have Happened”.
Si prosegue così, tra pezzi violenti e lenti mai banali (provate la commovente “Home”), che dimostrano per l’ennesima volta la duttilità stilistica del buon Dave. Lo ascolti chi ancora parla di gruppo minore e mi faccia sapere se riuscirà a non andare a vederli dal vivo.

L.G.

Condividi.