[Rock] The Hives – The Black And White Album (2007)

 /5
Tick Tick Boom – Try It Again – You Got It All Wrong – Well Allright – Hey Little World – Stroll Through Hivemanor Corridors – It Won’t Be Long – T.H.E.H.I.V.E.S – Return The Favour – Giddy Up – Square One Here I Come – You Dress Up For Armageddon – Puppet On A

Tick Tick Boom – Try It Again – You Got It All Wrong – Well Allright – Hey Little World – Stroll Through Hivemanor Corridors – It Won’t Be Long – T.H.E.H.I.V.E.S – Return The Favour – Giddy Up – Square One Here I Come – You Dress Up For Armageddon – Puppet On A String – Bigger Hole To Fill – Fall Is Just Something Grownups Invented

http://www.hives.nu
http://www.interscope.com

Ci sono alcune buone notizie in casa degli svedesi in bianco e nero, ed altre cattive.
Una buona notizia è che i The Hives sono ancora capaci di scrivere buone canzoni rock’n’roll, e lo dimostrano subito con il notevole attacco di questo nuovo album, i primi cinque  pezzi convincono decisamente, soprattutto “You Got It All Wrong” e “Hey Little World”, mentre “Well Allright” forse è eccessivamente piaciona nel cercare il coro da concerto ma comunque promette di essere efficace in sede live. D’altra parte una cattiva notizia è che l’hype che li ha portati alla ribalta nel 2001 si è un po’ smorzato, e che altri gruppi usciti più tardi sono riusciti a fare cassa in maniera più sostanziosa (vedi alla voce Arctic Monkeys, o The Strokes).

Altra buona notizia è che i The Hives hanno deciso di non rimanere ancorati al loro garage rock, ma hanno cercato di sperimentare in nuove direzioni. La cattiva notizia è che non ne sono capaci. Le cose cominciano a scricchiolare con la ricerca di atmosfere da colonna sonora di “Stroll Through Hivemanor Corridors” che almeno passa velocemente, e precipitano con “T.H.E.H.I.V.E.S” e soprattutto “Giddy Up”, che tenta di rifare il verso ai Devo con risultati penosi.
Poi si torna al rock e le cose si risollevano, c’è spazio per buoni pezzi come “It Won’t Be Long” e “Bigger Hole To Fill”, arrivando all’unico pezzo di altro genere che parzialmente convince, quella ‘Puppet On A String” che sembra uscita da Nightmare Before Christmas con le sue atmosfere corali e dark.

Insomma, casomai qualcuno ne sentisse il bisogno i The Hives sono ancora capaci di scrivere pezzi rock da party. Per il resto decisamente rimandati.

S.R.

Condividi.