[Soul] The Blind Boys Of Alabama – Down In New Orleans (2008)

/5
[Soul] The Blind Boys Of Alabama – Down In New Orleans (2008) Free At Last – Let’s Make a Better World – How I Got Over – You Got to Move – Across the Bridge – You Better Mind – Down by the Riverside – If I Could Help Somebody – Uncloudy Day – A

[Soul] The Blind Boys Of Alabama – Down In New Orleans (2008)

Free At Last – Let’s Make a Better World – How I Got Over – You Got to Move – Across the Bridge – You Better Mind – Down by the Riverside – If I Could Help Somebody – Uncloudy Day – A Prayer – I’ve Got a Home – I’ll Fly Away

http://www.blindboys.com
http://www.timelife.com

Dopo le varie collaborazioni degli ultimi anni, soprattutto quella con Ben Harper che li ha portati alla ribalta internazionale, il trio di cantanti cechi decide di scendere dall’Alabama a New Orleans e di contaminare il proprio gospel nell’atmosfera della Louisiana, con la partecipazione di varie leggende locali, tra cui Allen Toussaint e la Preservation Hall Jazz Band.
Il risultato spazia tra i vari generi della musica nera, dal Jazz primordiale di “Uncloudy Day” al gospel brioso di “Free At Last” e “I’ve Got a Home”, dal soul di “A Prayer” al blues di “You Better Mind”: in questo disco si trovano cent’anni di musica nera riassunti e filtrati dalla lunghissima carriera dei musicisti in questione.
Un disco fatto e suonato con passione che appunto riassume in sé moltissimo del sud nero degli stati uniti, completamente rivolto al passato ma con una consapevolezza e una maestria assolute.

S.R.

Condividi.