Sycamore Age, #1 Remixes/Reworks

Sycamore Age Remixes Reworks 3/5
La band aretina pubblica un album di rework e remix tratti dall’esordio discografico che puntava sulle magie ancestrali figlie del prog anni ’70. Questo “rimaneggiamento” svela alcune delle fonti di ispirazione da ricercare tra i nomi degli artisti chiamati a collaborare.

La band aretina pubblica un album di rework e remix tratti dall’esordio discografico che puntava sulle magie ancestrali figlie del prog anni ’70. Questo “rimaneggiamento” svela alcune delle fonti di ispirazione da ricercare tra i nomi degli artisti chiamati a collaborare.

Si parte con Teho Teardo che nella sua versione di “Dark And Pretty Part Two” punta su archi e pulsazioni. Gli Akron/Family agiscono sui vocalizzi psichedelici e i rumori sinistri di “Happy!!!”, spingendo sull’acceleratore dell’immaginario freak di una danza in odore di estasi sciamanica. I Julie’s Haircut confezionano un remix di “How To Hunt A Giant Butterfly”, imponendo atmosfere glaciali marcatamente krautrock.

Aucan e Vadoinmessico invece stravolgono i brani scelti. I primi ci danno dentro un po’ troppo con l’electro dance sfrontata in “Binding Moon”, mentre i secondi spiazzano su “Heavy Branches” con un cantato velocizzato, quasi da criceto dei cartoni animati, mixato con lo stile sonoro terzomondista di M.I.A. In chiusura troviamo un inedito della band che sa di danza folk notturna, anticipazione probabilmente di quelle che saranno le coordinate del nuovo disco atteso entro la fine dell’anno.

Luca Freddi


Condividi.