Vetrozero – Temo Solo La Malattia

vetrozero band /5
Finalmente, dopo un’attesa lunga più di dieci anni, ecco nei negozi il primo album dei Vetrozero, band italiana tra le più interessanti degli ultimi tempi. Nato alla fine degli anni ’90, quando ancora la nostra scena musicale aveva molto da dire, il combo aveva dato alle stampe un solo EP, dal quale comunque sembra passata

Finalmente, dopo un’attesa lunga più di dieci anni, ecco nei negozi il primo album dei Vetrozero, band italiana tra le più interessanti degli ultimi tempi. Nato alla fine degli anni ’90, quando ancora la nostra scena musicale aveva molto da dire, il combo aveva dato alle stampe un solo EP, dal quale comunque sembra passata un’eternità sia a livello di suoni che di intensità; non a caso lo stesso Glauco Gabrielli, autore del gruppo, parla di quel mini album come di qualcosa molto lontano da ciò che è ora il gruppo, senza tuttavia rinnegarlo.
Temo Solo La Malattia” è un disco sofferto, nato dopo un’esperienza dolorosa e che colpisce nel segno, lasciando all’ascoltatore la voglia di premere subito play una volta terminata l’ultima traccia. Anticipato dal singolo “Il Mostro”, l’album spicca davvero il volo grazie ad una manciata di brani, quali la splendida “Soffiando Contro Vento” e “Solubile”, che vede la partecipazione di N.A.N.O, storico leader dei C.O.D., band italiana che avrebbe meritato molto di più di quello che ha raccolto. Quello che speriamo possano raccogliere i Vetrozero…

Luca Garrò

Condividi.