[World] Gilberto Gil – Banda Larga Cordel

/5
[World] Gilberto Gil – Banda Larga Cordel (2008) Despedida De Solteira – Os Pais – Nao Grude, Nao – Formosa – Samba De Los Angeles – La Renaissance Africaine – Olho Magico – Nao Tenho Medo Da Morte – Amor De Carnaval – Gueixa No Tatame – A Faca E O Queijo – Outros Viram

[World] Gilberto Gil – Banda Larga Cordel (2008)

Despedida De Solteira – Os Pais – Nao Grude, Nao – Formosa – Samba De Los Angeles – La Renaissance Africaine – Olho Magico – Nao Tenho Medo Da Morte – Amor De Carnaval – Gueixa No Tatame – A Faca E O Queijo – Outros Viram – Canô – Maquina De Ritmo – Banda Larga Cordel – O Oco Do Mundo

http://www.gilbertogil.com.br/

Parlare di un personaggio come Gilberto Gil non è facile. Artefice del rinnovamento musicale brasiliano, costretto all’esilio e autore di dischi parecchio importanti, Gil è quasi un eroe nazionale. Per tornare a dedicarsi interamente alla musica, ha rinunciato all’incarico di Ministro alla Cultura del Governo del Brasile (carica che ricopre dal 2003).

“Banda Larga Cordel” è un viaggio di esplorazione in quel “vorticoso mondo digitale” che appassiona da tempo il Nostro. 16 tracce all’insegna del tropicalismo che lo ha reso famoso, in cui è possibile trovare di tutto: samba (“Amor De Carnaval”, “Gueixa No Tatame” e “Samba De Los Angeles”), contaminazioni elettro-africane (“La Renaissance Africaine” e “O Oco Do Mundo”), funky e reggae (“Olho Mágico”), blues (“A Faca E O Queijo”), …

Insomma, “Banda Larga Cordel” è un disco assolutamente eclettico così come il “vorticoso mondo digitale” impone, purtroppo la seduzione dei tempi moderni porta con sé anche una certa banalizzazione del tutto. Mancano infatti idee davvero forti, contrasti stridenti e un vero passo in avanti. “Banda Larga Cordel” resta comunque un buon lavoro, anche se il meglio di Gil va ricercato nel repertorio passato.

Stefano Di Noi

Condividi.