Meshuggah – The Violent Sleep Of Reason

meshuggah-the-violent-sleep-of-reason /5
I Meshuggah di The Violent Sleep Of Reason ribadiscono ancora una volta la loro infinita superiorità nell'extreme metal e anche nel sottobosco djent che, involontariamente, hanno creato molti anni fa.

The Violent Sleep Of Reason potrebbe essere considerato il disco punk dei Meshuggah. Registrato in presa diretta, dimostra (se ancora ce ne fosse bisogno) nuovamente quanto questa band sia infinitamente superiore a qualsiasi altro act extreme metal, oltre che a tutto quel sottobosco djent (e successive germinazioni prog-core o prog-death-core che dir si voglia) che, involontariamente, hanno loro stessi ispirato molti anni fa.

Tra tonnellate di groove, tempi ovviamente dispari e strutture claustrofobiche, l’ottavo album di Jens Kidman e compagni non manca il bersaglio. Sfasciandolo ovviamente, e calpestandolo senza sosta facendo leva su una disumanità esecutiva che a oggi non ha alcun serio competitor in circolazione. A dire il vero non servirebbe nemmeno una recensione per ribadire ciò che la freddezza estrema dei Nostri ha concretizzato e cristallizzato a dovere nei primi quattro lavori. Ma tant’è. Inarrivabili.

Condividi.