[Alternative Rock] Church – Untitled #23 (2009)

/5
    http://www.thechurchband.com/ Il paisley underground e la neo psichedelia sono fenomeni ormai lontani nel tempo – e, tutto sommato, il recente revival degli Eighties non pare averli riportati alla luce più di tanto – eppure, mentre i Dream Syndicate si son sciolti vent’anni fa, The Church pubblicano il loro ventitreesimo album in studio. Una

 

 

http://www.thechurchband.com/

Il paisley underground e la neo psichedelia sono fenomeni ormai lontani nel tempo – e, tutto sommato, il recente revival degli Eighties non pare averli riportati alla luce più di tanto – eppure, mentre i Dream Syndicate si son sciolti vent’anni fa, The Church pubblicano il loro ventitreesimo album in studio. Una longevità pazzesca, aiutata anche dal loro essere gruppo geograficamente isolato e difficilmente catalogabile, diviso fra bagliori acidi e nuova sensibilità post punk. “Untitled #23” esibisce la solita mercanzia: soffici ed ipnotiche rock ballad devote a Byrds, Pink Floyd, Beatles e Velvet Underground. Però lo fa con una lucidità che da un po’ di dischi a questa parte sembrava essersi smarrita. I fan impazziranno, tutti gli altri potranno apprezzare la bravura di una band che dopo trent’anni abbondanti di carriera dimostra di aver mantenuto freschezza e qualche buona idea. Monumento alla coerenza.

Condividi.