Angels And Airwaves Love Part Two

angels airwaves love II recensione /5
Gli Angels And Airwaves pubblicano il secondo capitolo discografico legato al film “Love“, finanziato dalla stessa band,che ha anche partecipato alla stesura della colonna sonora, raccolta nella prima parte dall’omonimo titolo. “Love Part Two” è un album interessante, che vede nomi legati alla scena punk hardcore statunitense mettersi in gioco in un progetto alternative rock

Gli Angels And Airwaves pubblicano il secondo capitolo discografico legato al film “Love“, finanziato dalla stessa band,che ha anche partecipato alla stesura della colonna sonora, raccolta nella prima parte dall’omonimo titolo. “Love Part Two” è un album interessante, che vede nomi legati alla scena punk hardcore statunitense mettersi in gioco in un progetto alternative rock con sonorità molto eteree e ricche di sintetizzatori. Chi ne esce vincitore è di sicuro il componente più famoso, quel Tom DeLonge che, fondata la band dopo lo scioglimento dei Blink 182, ha comunque voluto tenerla in vita partecipando attivamente anche dopo la reunion del 2009: il suo ruolo è fondamentale nella buona riuscita del disco, con quel suo timbro particolare che perfettamente si adatta alle sonorità ambient presenti nel disco.

Chi si aspetta un clone dei Blink 182 rimarrà deluso: gli Angels And Airwaves sono una band con una propria natura e che, onestamente, dal punto di vista artistico è nettamente migliore del trio californiano. Un’esperienza sonora nella quale non vale la pena soffermarsi sui pezzi ma che merita di essere vissuta nella sua completezza, come la storia del protagonista del film “Love”, “imprigionato” nello spazio e destinato a riflettere sull’importanza dell’amore e dei rapporti umani.

Nicola Lucchetta

Condividi.