Born Of Osiris – The Discovery

born of osiris the discovery 2011 /5
Basta ascoltare “Follow The Signs”, opener di “The Discovery” nuovo dei Born Of Osiris per capire la proposta della band dell’Illinois: deathcore ultra tecnico, meshuggah-iano nelle influenze sulle ritmiche, growl anonimo e noiosissimo con poche variazioni sul tema e una tastiera che ricama spunti melodici su un tappetto grossissimo e down tuned a palla. Sicuramente

Basta ascoltare “Follow The Signs”, opener di “The Discovery” nuovo dei Born Of Osiris per capire la proposta della band dell’Illinois: deathcore ultra tecnico, meshuggah-iano nelle influenze sulle ritmiche, growl anonimo e noiosissimo con poche variazioni sul tema e una tastiera che ricama spunti melodici su un tappetto grossissimo e down tuned a palla. Sicuramente non manca la stoffa ma il campo è sovraffollato in un modo spaventoso e, onestamente, pare che la moda del momento sia fare a gara su chi riesce a essere il più ridondante possibile. Chiariamoci, il disco è buono e merita sicuramente un ascolto, ma a lungo andare bisognerà inventarsi qualcos’altro, sia perché i Between The Buried And Me esistono già e sono avanti a tutti di un bel po’, sia perché questa formula comincia a mostrare la corda da qualche tempo…

Condividi.