[Cantautorato] Samuele Bersani – Manifesto abusivo (2009)

/5
http://www.myspace.com/samuelebersaniofficial A tre anni di distanza da “L’aldiquà”, il nuovo lavoro di Samuele Bersani, un ritorno in punta di piedi, sottovoce, ma che nasconde delle belle sorprese. Un disco lontano dalla tradizione cantuatorale italiana, specie a livello musicale, con basi che passano indifferentemente dal jazz-blues (importante la collaborazione con Sergio Cammariere su “Ferragosto”), al rock


http://www.myspace.com/samuelebersaniofficial

A tre anni di distanza da “L’aldiquà”, il nuovo lavoro di Samuele Bersani, un ritorno in punta di piedi, sottovoce, ma che nasconde delle belle sorprese. Un disco lontano dalla tradizione cantuatorale italiana, specie a livello musicale, con basi che passano indifferentemente dal jazz-blues (importante la collaborazione con Sergio Cammariere su “Ferragosto”), al rock progressivo, ma sempre con un irresistibile e cantabile gusto pop. Samuele Bersani confeziona così un album autobiografico, in cui racconta della fine di una importante storia d’amore, della sua cara Bologna, dei tempi passati, con quei toni pacati e gentili che l’hanno sempre accompagnato, a partire da quella “Chicco e Spillo” che l’ha fatto conoscere, ormai più di quindici anni fa.

Condividi.