Crawling Chaos Repellent Gastronomy

crawling-chaos-repellent-gastronomy 4/5
Una bordata clamorosa "Repellent Gastronomy"! I Crawling Chaos arrivano al debutto con l'attitudine dei grandi, piazzando un album death che lascerà soddisfatti tutti i fan del brutal più tecnico e contaminato.

Una bordata clamorosa “Repellent Gastronomy“! I Crawling Chaos arrivano al debutto con l’attitudine dei grandi, piazzando un album death che lascerà soddisfatti tutti i fan del brutal più tecnico e contaminato. Basta ascoltare “From The Unsafe Shrines Cometh” e la successiva “Plate XII” per apprezzare il modo in cui i Nostri giocano con inserti thrash e groovy, blast beat a cannone, assoli classic, un breakdown di puro metalcore e un’atmosfera di fondo claustrofobica e per nulla rassicurante.

Personalità e voglia di impressionare miscelando la modernità con gli assunti base di un genere che raramente ha visto di buon occhio le uscite dal seminato (tipo quella tamarrissima proposta nella parte centrale di “Closing The Gates”). La produzione nitidissima mette ulteriormente in mostra le qualità esecutive degli italiani, che riescono con questa release a stupire e a far ben sperare per il futuro. Tanto di cappello.

Mathias Marchioni


Condividi.