Crosses Crosses

Crosses Crosses 3.5/5
Un ottimo lavoro per i Crosses, che realizzano un'opera vellutata e pulsante umori notturni.

A quasi un mese dalla sua pubblicazione, e con alle spalle qualche ascolto in più, possiamo confermare quanto scritto nella track by track del primo full – length dei Crosses, side project del leader dei Deftones Chino Moreno, affiancato per l’occasione da Shaun Lopez e Chuck Doom. Quello che convince dell’operazione è il buon amalgama complessivo fra le varie composizioni, ottimi esempi di rock elettronico arricchito da trip hop, darkwave, ambient, shoegaze e dream pop, per un risultato genuinamente cupo e intimista, lontano dalle sfuriate più metalliche della band madre e più portato a perdersi nei meandri fumosi dei Team Sleep. I Crosses, inoltre, sono stati bravi a presentare il disco come un tutto unitario, anche se in realtà ben 10 delle 15 tracce sono già state pubblicate nei due EP precedenti; eppure il nuovo materiale non appare affatto distante da quello vecchio, anzi ne condivide lo stesso mood. Questa può rivelarsi un’arma a doppio taglio, perché viene meno un pizzico di varietà nella proposta, la quale è inoltre molto pop oriented, per lo meno considerando i musicisti in questione. Tuttavia “Crosses” ha dalla sua una notevole qualità di fondo, che lo rende un lavoro decisamente interessante. Il suo ascolto rimane caldamente consigliato.


Condividi.