Die Antwoord Ten$ion

3/5
Spiazzante, un termine che rende pochissimo il senso di WTF che si insinua nella capoccia quando ascolti per la prima volta “Ten$ion” dei Die Antwoord. Una mistura che a volte sembra casuale e improvvisata di hip hop/trance e rave che non porta da nessuna parte se non a un incomprensibile voglia di ballarsela senza problemi

Spiazzante, un termine che rende pochissimo il senso di WTF che si insinua nella capoccia quando ascolti per la prima volta “Ten$ion” dei Die Antwoord. Una mistura che a volte sembra casuale e improvvisata di hip hop/trance e rave che non porta da nessuna parte se non a un incomprensibile voglia di ballarsela senza problemi specialmente (o solamente) su quei due/tre pezzi che davvero spaccano: “I Fink U Freeky“, “Fatty Boom Boom” e “Fok Julle Naaiers“.

Quando indugiano troppo sull’hip hop o quando non trovano il beat giusto e non velocizzano la situazione i Die Antwoord risultano inoffensivi. La componente visiva in questo caso è essenziale alla sopravvivenza e al ricordo di un album che altrimenti scivolerebbe via senza troppe remore. Interessanti ma ancora incompleti, potenziali trend setters ma anche troppo attenti a ostentare a tutti i costi la loro diversità, le loro provocazioni e il loro essere disadattati stilosi e ironici al tempo stesso.
Da ascoltare (o osservare) almeno una volta comunque.


YouTube

Condividi.