Exhumed All Guts, No Glory

/5
Cresciuti su Necroticism, primi Carcass e death grezzo, gli Exhumed tornano sul mercato a distanza di otto anni dall’ultimo disco di inediti vero con “All Guts No Glory“. Il lavoro è buono, coinvolgente e farà la gioia di metallari vogliosi di menarsela di fronte a tematiche quali squartamenti, imputridimenti e affini. Musicalmente i Nostri la

Cresciuti su Necroticism, primi Carcass e death grezzo, gli Exhumed tornano sul mercato a distanza di otto anni dall’ultimo disco di inediti vero con “All Guts No Glory“. Il lavoro è buono, coinvolgente e farà la gioia di metallari vogliosi di menarsela di fronte a tematiche quali squartamenti, imputridimenti e affini. Musicalmente i Nostri la sanno abbastanza lunga, tecnicamente spaccano, la produzione è più che curata (strano per il genere) e musica già abbondantemente sentita negli anni novanta viene riletta in maniera convincente. Album sicuramente da consigliare per chi ama ricordare i già citati padri putativi nel loro periodo migliore (“Through Cadaver Eyes” è probabilmente il momento migliore in questo senso), aggiunge poco o nulla a quanto gli stessi Exhumed hanno proposto con “Anatomy Is Destiny” nel 2003, riportando però sulle scene un nome che di sicuro è ben più interessante delle puttanate deathcore che girano oggigiorno.

Condividi.