Francesco Guccini L’Ultima Thule

3.5/5
Con “L’Ultima Thule” si chiude il cammino discografico di Francesco Guccini, interprete fondamentale nella storia del cantautorato italiano. L’effetto nostalgia potrebbe indurre a giudicare frettolosamente questo album quale capolavoro indiscutibile a prescindere da un minimo di analisi critica. A dire il vero il disco in questione è davvero bello, un testamento efficacissimo che nella titletrack

Con “L’Ultima Thule” si chiude il cammino discografico di Francesco Guccini, interprete fondamentale nella storia del cantautorato italiano. L’effetto nostalgia potrebbe indurre a giudicare frettolosamente questo album quale capolavoro indiscutibile a prescindere da un minimo di analisi critica. A dire il vero il disco in questione è davvero bello, un testamento efficacissimo che nella titletrack conclusiva fa letteralmente venire i brividi, grazie a un arrangiamento superlativo e a un testo ispirato. Non tutto il resto del materiale è su livelli così alti, ma indubbiamente “Il testamento di un pagliaccio” e la bellissima “L’ultima volta” valgono davvero il prezzo del biglietto. Al termine del cd rimane un dubbio: sarà realmente l’ultimo viaggio del Maestro Guccini? Se sarà così, era davvero difficile aspettarsi di meglio. Giù il cappello.


YouTube

Condividi.